Skip to content


Al via a Roma la quarta edizione dell’evento nazionale più atteso della psicologia giuridica

Roma, 7 novembre 2019

Ha inizio oggi a Roma il IV Convegno Nazionale di Psicologia giuridica dal titolo “Verso una giustizia delle relazioni. Ambiti tradizionali e nuove frontiere della psicologia giuridica” promosso e organizzato da PsicoIus,  l’Associazione fondata da un gruppo di allieve e allievi del prof. Gaetano De Leo (1940-2006) per onorarne la memoria e proseguirne gli insegnamenti, in collaborazione con l’Università di Sassari,con il supporto di un Comitato Promotore e di un Comitato Scientificocomposti da studiose e studiosi di varie Università del territorio nazionale.

L’evento, insignito dal Capo dello Stato della medaglia Presidenziale, quale suo premio di rappresentanza, proseguirà fino al 9 novembre e costituisce il IV dei Convegni Nazionali di Psicologia giuridica, dopo Bari (25-27 settembre 2008, Università Aldo Moro, proponente prof.ssa Antonietta Curci), Urbino(14-16 ottobre 2010, Università Carlo Bo, proponente prof.ssa Daniela Pajardi), Milano (17-19 novembre 2017, Fondazione Gulotta, proponente prof. Guglielmo Gulotta).

Il convegno intende affrontare sfide e opportunità della disciplina, attraverso una ricognizione dello stato dell’arte e delle prospettive scientifiche e professionali della materia “in un’ottica riparativa, di promozione del benessere, di prevenzione e intervento nell’ambito del disagio individuale e sociale” (art. 4 dello Statuto di PsicoIus).

L’apertura dei lavori è curata dalla Presidente prof.ssa Patrizia Patrizi e dopo l’intervento di alcune Autorità istituzionali che porteranno i loro brevi saluti, particolarmente attesa è la Lectio Magistralis del prof. Tim Chapman, studioso di fama internazionale, direttore del Master in Restorative Practices dell’Università di Ulster (Irlanda del Nord) e Presidente dell’European Forum for Restorative Justice. A seguire le sessioni plenarie e parallele previste nei tre giorni intensivi di lavoro. Nel corso dell’evento ci sarà anche una speciale sessione dedicata alla consegna di un Premio, in memoria del prof. Gaetano De Leo, ai due migliori contributi di giovani ricercatori e/o profesionisti della disciplina.

Alcuni numeri: circa 200 partecipanti e 130 i contributi che verranno presentati, più di 20 le sessioni in programma che affronteranno i diversi ambiti di studio, ricerca e pratica professionale della psicologia giuridica: dal carcere al tribunale, dalla scuola al privato sociale, dallo scenario civile delle separazioni genitoriali alle questioni procedurali e metodologiche relative alla raccolta della testimonianza delle vittime dei reati in condizione di vulnerabilità nel processo penale, alla più generale area delle valutazioni scientifiche e delle decisioni giudiziarie, della costruzione di comunità locali ad approccio riparativo. Grande attenzione anche al contesto sociale e clinico-forense: dalla rilevazione e gestione dei casi di abuso all’infanzia in rete con i servizi territoriali e le istituzioni scolastiche e giudiziarie all’attivazione di interventi integrati nella devianza giovanile, fino alla valutazione e presa in carico di persone adulte responsabili di reati.

L’evento è organizzato grazie alla collaborazione, al sostegno e al patrocinio di molte realtà accademiche nazionali, del privato sociale, ordini professionali e dell’editoria.

Largo dello Scautismo 1 (Piazza Bologna) – presso il Roma Meeting Center

                                                               Per info e contatti:

  https://www.convegnopsicologiagiuridica.it/
+39 389.2606361 – info@convegnopsiocologiagiuridica.it

 

                                                             Media partner

                                                             Liquid Plan Srl

Archiviato in Abuso all'infanzia.