Skip to content


Il dott. Gian Luigi Lepri membro di GEMME, European Association of Judges for Mediation.

gemme

PsicoIus è lieta di comunicare che il Dott. Gian Luigi Lepri (vice presidente e tesoriere dell’Associazione) è stato nominato membro del board di GEMME, European Association of Judges for Mediation.
Lo scopo dell’ Associazione è quello di riunire i giudici, togati e onorari, degli Stati membri dell’Unione Europea e dell’ European Free Exchange Group (A.E.L.E.) che utilizzano o desiderano utilizzare metodi alternativi di risoluzione delle controversie e che perseguono lo sviluppo degli stessi, in particolare della mediazione.

Gli obiettivi di GEMME sono:

– Promuovere all’interno di ciascuno Stato membro dell’Unione, così come nell’ A.E.L.E., giudici che lavorano per sostenere la mediazione al fine di rafforzare e migliorare la pratica della stessa.
Promuovere lo scambio di informazioni, all’interno di ogni Stato membro dell’Unione e dell’A.E.L.E., sulle pratiche ed esperienze in materia di mediazione, conciliazione o di qualsiasi altro metodo alternativo di risoluzione delle controversie.
– Contribuire allo sviluppo della mediazione e dei metodi alternativi di risoluzione delle controversie, partecipando a conferenze e attività nel settore delle istituzioni europee e di A.E.L.E., lavorando per promuovere l’insegnamento della mediazione e dei metodi alternativi all’interno del corso di studi e del percorso formativo di giudici e avvocati, permettendo a professionisti e cittadini di familiarizzare con la mediazione e partecipando alla formazione di mediatori.
– Usare ogni mezzo per supportare i giudici che vogliano sostenere la mediazione e incoraggiare la formazione volta ad una pratica efficace della stessa così come di qualsiasi altro metodo alternativo di risoluzione delle controversie legalmente autorizzato.

Gli scopi di GEMME si posizionano all’interno di un paradigma, quello della giustizia riparativa, che la nostra associazione porta avanti da numerosi anni:

I suoi obiettivi riconducono alla necessità di rivedere i sistemi penali alla luce delle nuove teorie, con un’attenzione alla vittima dei reati e, contemporaneamente, allo sviluppo di nuove forme di trattamento in grado di ridurre il conflitto all’interno delle dinamiche sociali. Se la commissione di un reato crea una frattura tra la persona autrice dell’illecito e la società nella quale lo stesso è avvenuto, l’intervento/pena deve occuparsi anche di quella relazione e di riparare la frattura sociale.
Partendo dall’assunzione di responsabilità dell’individuo rispetto all’azione commessa, questo modello propone una restituzione rivolta direttamente alla vittima del reato e/o alla società nel suo insieme. Attraverso la realizzazione di progetti che prevedono una riparazione attiva dei danni e una gestione partecipativa del conflitto, viene messa in primo piano l’interazione autore-vittima, ma anche il rapporto tra la norma e una risposta sociale in grado di considerare le conseguenze materiali, psicologiche e simboliche dell’azione criminale. La finalità è quella della mediazione dei conflitti, della possibilità di attuare una negoziazione tra le parti, mirata al cambiamento del reciproco modo di percepirsi/rapportarsi e alla realizzazione di nuove modalità sia di assunzione responsabile dell’azione commessa sia delle diverse possibilità di reagire alla stessa. (…)
L’approccio riparativo diventa un nuovo modo per significare le relazioni e la cura dei legami sociali. Pensando al nostro Paese, molti sono i luoghi dove provare a pensare in un’ottica riparativa: la scuola, la famiglia, i condomini, le aziende, le comunità di tipo familiare. (…) La vittima non è più protagonista solo come testimone ma, come le prime esperienze di mediazione penale hanno mostrato, diventa soggetto attivo.” (Patrizi, Lepri 2012, pp 283-5)

Riferimenti:
GEMME, European Association of Judges for Mediation, www.gemme.eu
PATRIZI P., LEPRI G.L. (2012), Vittime, autrici e autori di reato: i percorsi della giustizia ripartiva, in P. Patrizi (a cura di), Manuale di Psicologia Giuridica Minorile, Carocci, Roma

Archiviato in Articoli.

Tag , , , , , .