Skip to content


12-13 giugno a Nuoro conclusione del corso di diritto penitenziario per avvocati e rappresentazione de “La fine dell’alba”

il_piu_antico_gruppo_teatrale_penitenziario_italiano_10127

Si conclude il 12-13 giugno a Nuoro un’importante iniziativa: il corso di diritto penitenziario per avvocati che ha visto come coordinatore interno, nonché docente stabile, Marcello Dell’Anna, detenuto con ergastolo ostativo. Promotrici la scuola forense di Nuoro con l’avvocata Monica Murru e la dott.ssa Carla Ciavarella direttrice di Badu ‘e Carros.

Per l’occasione, il 12 sera, al Teatro Eliseo, si esibirà la Compagnia Stabile Assai della Casa di Reclusione Roma Rebibbia con lo spettacolo “La fine all’alba“: un’opera di Antonio Turco, fondatore della Compagnia, con la regia di Francesco Cinquemani. La Stabile assai è la più antica compagnia teatrale degli istituti di pena: nel 2012, nel trentennale della sua fondazione, ha rappresentato uno spettacolo celebrativo dei 150 anni dell’unità d’Italia nel chiostro dell’Ateneo di Sassari. Si distingue per lo stile di drammaturgia penitenziaria proposto (è in gara per il David di Donatello il docufim Offstage).

Il 13 lo spettacolo sarà replicato nell’istituto di pena nuorese per la locale popolazione detenuta. Seguirà il convegno conclusivo del corso. Patrizia Patrizi interverrà al convegno con una relazione sulla giustizia riparativa. Antonio Turco parlerà di drammaturgie penitenziarie. Seguiranno testimonianze di tre detenuti attori.

La fine all’alba

Archiviato in Articoli.