Skip to content


Nuovi appuntamenti sassaresi e romani con Tim Chapman

Giustizia e pratiche riparative per i servizi della giustizia, per la scuola, per la comunità. Uno strumento per instillare fiducia, per favorire benessere.

Prosegue il ciclo di conferenze del visiting scientist prof. Tim Chapman.
L’incontro principale si terrà il 10 maggio dalle ore 17 presso Sala conferenze dei Servizi per la Giustizia Minorile (retro TM), via Papa Giovanni Paolo II, n. 6 (Sassari) sul tema “Le pratiche riparative per una giustizia di comunità”. L’evento è co-organizzato con la Camera Minorile di Sassari, il Tribunale per i Minorenni, l’Ordine degli Psicologi della Sardegna, il Gruppo Giuridico Bobbio. Con il patrocinio dell’Unione Nazionale Camere Minorili, del Centro per la Giustizia Minorile per la Sardegna, dell’Ordine Forense di Sassari.
Inoltre il 9 maggio il prof. Tim Chapman incontrerà il corpo docente del 12° e 13° circolo di Sassari.
Il 12 maggio svolgerà una conferenza per il territorio di Mentana (RM).

Archiviato in Approccio e tecniche riparative, Convegni Seminari Giornate di Studio, Promozione del benessere, Promozione sociale.


“Diciannove + uno” dall’11 al 13 maggio al Teatro Golden

Locandina "Diciannove + uno"

 
Dall’11 al 13 maggio (non 10 come scritto nella locandina!!) andrà in scena “Diciannove + uno” della compagnia Stabile Assai‬ della C.R. di Rebibbia al Teatro Golden‬ in zona San Giovanni.

Il biglietto d’ingresso per i soci e le socie di PsicoIus è scontato a 7,5€ inviando una mail a psicoius@psicoius.it entro il 10 maggio.

Ulteriori informazioni al seguente link

Archiviato in Articoli, Drammaturgia penitenziaria, Penitenziario.


Eventi di giustizia e pratiche riparative – Aprile2016

Pieghevole Sala della Regina 20.04Il prossimo 20 aprile prende avvio un percorso di iniziative con le quali intendiamo ricordare il professor Gaetano De Leo nel decimo anniversario della sua scomparsa, avvenuta il 31 dicembre 2006.

Il frame è quello della giustizia riparativa, nelle sue più dirette e feconde interazioni con il modello ecologico delle responsabilità elaborato dallo studioso.

Gli sviluppi del progetto di città riparativa* realizzato a Tempio Pausania dalla cattedra di Psicologia giuridica e modelli di giustizia riparativa dell’Università di Sassari e il contributo del professor Tim Chapman, dell’Università di Ulster (UK), presente in Italia come visiting scientist dell’ateneo turritano, costituiscono l’omaggio alla memoria del nostro Maestro.

 

Queste le iniziative prossime:

  • 22 aprile 2016, ore 9:30-13:00, Casa di Reclusione di Rebibbia, Convegno La giustizia riparativa: rispetto, responsabilità, inclusione sociale, solidarietà (solo per invito),
  • 27 aprile 2016, ore 9:30-13:00, Università degli studi di Sassari, Aula Milella, Lectio Magistralis del prof. Chapman e question time con le autorità locali per la definizione congiunta di modelli applicativi della giustizia riparativa (solo per invito),
  • 28 aprile 2016, ore 10:00-13:00, Comune di Tempio Pausania, Aula Consiliare, Lectio Magistralis del prof. Chapman e condivisione con autorità, professioniste e professionisti, cittadine e cittadini, della sperimentazione di Tempio Pausania città riparativa e delle nuove progettualità.

Workshop - Pratiche Riparative

Sono inoltre previsti due workshop a Roma e a Cagliari dal tema Le pratiche riparative per una giustizia di comunità:

            • 21 aprile 2016, ore 10:00-19:00, Roma (iscrizioni entro il 18.04)
            • 29 e 30 aprile 2016, ore 10:00-19:00, Cagliari (iscrizioni entro il 23.04)

Lo scopo dei due workshop è quello di mettere a disposizione tecniche e strumenti da poter utilizzare nei propri contesti di lavoro, scuola, casa famiglia, servizi del territorio, servizi per adolescenti. I workshop si rivolgono a educatrici, educatori, assistenti sociali, psicologi, psicologhe, insegnanti. L’edizione di Cagliari consentirà di approfondire maggiormente i temi delle pratiche riparative a scuola e nel contrasto ai fenomeni di bullismo e cyber-bullismo.

Altre informazioni sia sul convegno (la cui partecipazione è gratuita, ma è obbligatoria la prenotazione) e sui workshop (costi, riduzioni, etc.) potranno essere assunte telefonicamente o tramite posta elettronica.

 

L’Ateneo di Bergamo, dove il professor De Leo ha insegnato negli ultimi anni della sua vita, ha previsto la commemorazione scientifica per il 2 dicembre 2016.


* Studio e analisi delle pratiche riparative per la creazione di un modello di restorative city, unità operativa del progetto di ricerca Sistema Informativo e governance delle politiche di intervento e contrasto dei fenomeni criminali in Sardegna – L.R. 07/2007.

Archiviato in Approccio e tecniche riparative, Articoli, Bullismo, Convegni Seminari Giornate di Studio, Famiglie, Formazione, Promozione del benessere, Promozione sociale.


Settimana Internazionale della Giustizia Riparativa 2015… un breve riassunto!

Così l’Università di Sassari, la Casa di reclusione di Nuchis e il Comune di Tempio Pausania hanno celebrato la Settimana Internazionale della Giustizia Riparativa 2015.
Per alimentare rispetto, responsabilità, fiducia.
Per il benessere di ciascun* e della comunità!

Archiviato in Approccio e tecniche riparative, Articoli, Promozione sociale.


Corso intensivo in “Valutazione delle competenze genitoriali: strumenti e metodi”

Img “Valutazione delle competenze genitoriali: strumenti e metodi” Dalla collaborazione tra l’Accademia di Psicoterapia della Famiglia e PsicoIus – Scuola romana di psicologia giuridica nasce il corso intensivo in “Valutazione delle competenze genitoriali: strumenti e metodi” che si terrà nei weekend del 15-16-17 aprile e del 13-14-15 maggio 2016 presso l’Accademia di Psicoterapia della Famiglia (Via Antonio Bosio 34, Roma).

Il corso intensivo si propone la finalità generale di promuovere l’acquisizione delle competenze necessarie per effettuare una valutazione delle competenze genitoriali su richiesta dell’Autorità Giudiziaria e/o dei Servizi Territoriali nei procedimenti che riguardano le separazioni coniugali e/o le situazioni di pregiudizio che coinvolgono persone minorenni. Gli obiettivi specifici mirano a favorire l’apprendimento e/o il consolidamento dei seguenti aspetti:

  • La cornice psicologico-giuridica di riferimento;
  • Un’analisi del costrutto di genitorialità e della condizione di rischio in età evolutiva;
  • Le metodologie e le tecniche per stilare una corretta valutazione delle competenze genitoriali.

Il percorso formativo è articolato in due weekend formativi (venerdì pomeriggio, sabato e domenica) per un totale 40 ore. La didattica d’aula è articolata sia in lezioni teoriche sia in esercitazioni pratiche volte alla sperimentazione delle tecniche e degli strumenti conoscitivi acquisiti anche attraverso la trattazione di casi simulati e reali. Ai partecipanti verranno, inoltre, fornite dispense contenenti la normativa di interesse, articoli scientifici e le principali linee guida e i protocolli nazionali.

Il corso è rivolto a laureati in psicologia o medicina che intendano operare in qualità di CTU e CTP in ambito civile. Il corso è aperto a un massimo di 25 e ad un minimo di 12 partecipanti.

Tra i docenti si annoverano anche alcuni soci della nostra Associazione:

  • Prof.ssa Letizia Caso, psicologa e psicoterapeuta, associata di Psicometria presso l’Università degli Studi di Bergamo e socia di PsicoIus.
  • Dott.ssa Vera Cuzzocrea, PhD, psicologa giuridica e psicoterapeuta, responsabile Servizio di Psicologia Giuridica , Cooperativa C.E.A.S. di Mentana (RM) e vicepresidente di PsicoIus.
  • Dott. Gian Luigi Lepri, psicologo giuridico e psicoterapeuta, giudice onorario presso il Tribunale per i Minorenni di Roma e vicepresidente di PsicoIus.
  • Prof.ssa Silvia Mazzoni, psicologa e psicoterapeuta, associata di psicologia dinamica presso la Sapienza, Università di Roma.
  • Prof.ssa Patrizia Patrizi, psicologa e psicoterapeuta, ordinaria di Psicologia sociale e giuridica presso l’Università degli Studi di Sassari e Presidente di PsicoIus.
  • Dott.ssa Francesca Vitale, psicologa giuridica e psicoterapeuta, CTU presso i Tribunali di Roma e di Campobasso e socia di PsicoIus.

Archiviato in Abuso all'infanzia, Famiglie, Formazione, Promozione del benessere, Promozione sociale.


Master a distanza “Tutela, diritti e protezione dei minori”

Locandina master UniFe 2016

La prof.ssa Patrizia Patrizi terrà una lezione dal titolo “Restorative Justice e Restorative Approaches” presso il master a distanza dal titolo “Tutela, diritti e protezione dei minori” dell’Università degli Studi di Ferrara.

Il master è accessibile a tutti i possessori di laurea triennale, convinti comunque dell’effettivo interesse investito da psicologi, assistenti sociali, giuristi, educatori.

È presente una videopresentazione della direttrice, prof.ssa Paola Bastianoni.

Manifesto degli studi “Tutela diritti e protezione dei minori” 2016

Il master comporta l’acquisizione di 70CFU e ha la finalità di far elaborare strategie operative specifiche in grado di garantire metodi e strumenti utili sia per prevenire sia per sostenere il minore in situazioni di pregiudizio di genere ed etnico, di rischio psicosociale e di disfunzioni/danni familiari (trascuratezza, abuso, maltrattamento). La figura professionale che il Master intende formare potrà operare come “Consulente nella tutela dei diritti giuridici, sociali, educativi e psicologici del minore”.

Le attività didattiche a distanza vengono erogate tramite apposita piattaforma di Ateneo; le videolezioni registrate dei diversi insegnamenti e moduli verranno fruite dagli studenti secondo i tempi adeguati alle esigenze e capacità personali, e possono essere visionate in qualunque momento della giornata, come è di regola nella formazione a distanza. Il periodo di tirocinio dura 125 ore ed è possibile svolgerlo nel proprio luogo di residenza. Le verifiche di fine modulo sono online; l’unico momento in cui è obbligatoria la presenza è la discussione della tesina finale. Pertanto, il corso è altamente compatibile con l’attività lavorativa. Sono previste attività (facoltative) in presenza (seminari, laboratori, scuola estiva). Le date di svolgimento saranno comunicate subito dopo l’inizio del Master.

Sono presenti tutor dedicati che offrono assistenza ai corsisti durante tutto il percorso di studi.

Organizzazione e struttura del master

Nella prima parte del corso è previsto un percorso comune rivolto a tutti i corsisti, mentre la seconda parte si divide in 4 curricula:

  • curriculum psicologico
  • curriculum sociale
  • curriculu giuridico
  • curriculum educativo

A seconda dell’area di maggiore interesse, ciascun corsista potrà scegliere l’indirizzo a cui iscriversi, con la possibilità di poter partecipare come uditore alle lezioni degli altri due indirizzi.

Accreditamenti presso gli ordini professionali

UniFe è stata accreditata come ente formatore per giornalisti (formazione permanente).Per le attività in presenza viene richiesto accreditamento presso l’Ordine degli avvocati.Il cnoas ha riconosciuto 390 crediti formativi per l’anno 2104/2015, e verrà richiesto l’accreditamento anche per la settima edizione.

Costi

Il master prevede un contributo d’iscrizione di 1850 euro in due rate (1400 euro entro il 21 marzo 2016; 450 euro entro il 30 giungo 2016)

Già aperte le iscrizioni al link.

Per contatti consulta e spedisci all’indirizzo mastertutelaminori@unife.it il modulo richiesta info Master UniFe.

Archiviato in Abuso all'infanzia, Approccio e tecniche riparative, Bullismo, Famiglie, Formazione, Promozione sociale.


Convegno “Tre anni da Lanzarote: primi dati, buone pratiche, problemi aperti”

Locandina convegno "3 anni da Lanzarote"

20 gennaio 2016. Una giornata nata dalla collaborazione fra Ordine degli Psicologi del Lazio, Scuola Superiore della Magistratura- Formazione territoriale di Roma e Ordine degli Avvocati di Roma.

Brochure convegno “tre anni da lanzarote”

Si è così creato un confronto tra referenti istituzionali, esperti e operatori impegnati in questo ambito, per riflettere sulle novità normative introdotte dalla L. 172 del 2012 “(e dalle successive integrazioni), dando spazio sia alla casistica prodotta nel territorio di competenza della Procura della Repubblica di Roma, sia alle buone prassi esistenti, in un’ottica integrata e di reciproco aggiornamento professionale.”

Insieme a magistrati, avvocati, forze dell’ordine e altri psicologi giuridici hanno portato il loro contributo anche i due vicepresidenti di PsicoIus:

  • la dr.ssa Vera Cuzzocrea (facente anche parte del comitato tecnico-scientifico e della segreteria organizzativa del convegno) è intervenuta nella sessione mattutina su “Principi sovranazionali, normativa nazionale e modelli operativi
  • il dr. Gian Luigi Lepri ha parlato del modello Co.Re. nella sessione pomeridiana circa “La traduzione operativa della normativa”.

dr.ssa Cuzzocrea convegno 20-01Dr. Lepri convegno 20-01

Archiviato in Abuso all'infanzia, Articoli, Convegni Seminari Giornate di Studio, Penitenziario, Sex offenders, Stalking, Violenza di genere.


Tempio, la politica dietro le sbarre: consiglio comunale in carcere

Il giorno 17 dicembre alle ore 9,30 presso il teatro della Casa di Reclusione di Tempio Pausania- Nuchis si è tenuta una seduta straordinaria del Consiglio Comunale con lo scopo di collegare sempre di più l’istituto penitenziario alla Città.
Qui l’intervista a Andrea Biancareddu (sindaco di tempio), Carla Ciavarella (direttrice della casa di reclusione di tempio) e Patrizia Patrizi (professoressa ordinaria presso l’Università di Sassari e presidente di PsicoIus):
Interviste 1
Qui quelle a Andrea Biancareddu (sindaco di Tempio), Alessandra Amic (assessora ai servizi sociali di Tempio) e Umberto Deriu (cappellano della C.R. di Tempio):
Interviste 2
In linea con la strategia Europa2020, dalla Casa di Reclusione di Tempio è stato avviato il progetto di comunità riparativa che oggi vede la città di Tempio quale prima città d’Italia che ha deciso di promuovere e sperimentare il progetto proposto dal Dipartimento di Scienze politiche scienze della comunicazione e ingegneria dell’informazione (POLCOMING) dell’Università di Sassari, coordinato dalla prof.ssa Patrizia Patrizi, docente di psicologia giuridica e modelli di giustizia riparativa.
Il progetto su Tempio Pausania ha l’obiettivo di contribuire alla realizzazione di una comunità fondata su inclusione e coesione sociale, sperimentando la costruzione di una comunità sociale ad approccio riparativo sul modello delle restorative city anglosassoni di Hull e Leeds, ovviamente rivisitato e riorganizzato in funzione del tessuto culturale, sociale ed economico, cui il progetto stesso si rivolge.

Con il consiglio comunale del 17 dicembre il Sindaco e la sua Giunta hanno inteso fare un passo ulteriore nel processo di integrazione dell’istituto penitenziario all’interno del territorio e tessuto sociale gallurese.
Resoconto 17 dic consiglio comunale

Archiviato in Approccio e tecniche riparative, Articoli, Penitenziario, Promozione sociale.


I Congreso Nacional “Tendencias Actuales del Derecho”

Locandina del Congresso
L’1 e il 2 dicembre, presso l’Università di Sonora (MEX), si è tenuto il primo “Congresso Nazionale sulle Tendenze Attuali del Diritto” (I Congreso Nacional “Tendencias Actuales del Derecho”).
Tale Congresso si è posto l’obiettivo promuovere gli studi sulle nuove sfide che il diritto deve affrontare, a partire dai nuovi scenari sociali. Il Congresso ha affrontato temi e problemi attualmente oggetto di discussione all’interno della comunità giuridica. Sono stati trattati argomenti legati alla trasformazione delle istituzioni del diritto e il loro adattamento alle sfide della società moderna.
Programma del Congresso di Sonora
PsicoIus, rappresentata dalla prof.ssa Patrizia Patrizi (presidente dell’Associazione) e dal dott. Antonio Turco (socio), ha avuto l’occasione, imperdibile, di condividere i propri studi e il proprio modello con la comunità accademica messicana.
Subito dopo l’apertura dei lavori, alla prof.ssa Patrizi è stato dedicato un ampio spazio dove ha tenuto un intervento dal titolo “Giustizia riparativa: un modello di applicazione in Italia”.
Sono stati tenuti anche due laboratori: uno dalla Presidente dal titolo “Giustizia riparativa”, l’altro dal dott. Turco dal titolo “Il carcere in un sistema di comunità”.

Archiviato in Approccio e tecniche riparative, Articoli, Formazione, Penitenziario, Promozione del benessere, Promozione sociale.


“Nessuno Escluso” della compagnia di Rebibbia “Stabile Assai”, il 25/11 h17.00 all’ Isola Tiberina

25 novembre (domani!), in occasione della “Giornata Mondiale Contro la Violenza sulle Donne“, all’isola Tiberina, presso la sala Assunta all’interno dell’Ospedale Fatebenefratelli, sarà di scena lo spettacolo teatrale “Nessuno Escluso” (ore 17,00, INGRESSO GRATUITO), della compagnia di Rebibbia “Stabile Assai” (fondata dal dott. Antonio Turco, direttore di area pedagogica, responsabile delle attività culturali presso la Casa di reclusione di Rebibbia e fondatore della compagnia, nonché Nostro socio), dove si fronteggia il femminicidio attraverso la presa di coscienza ed integrazione.
Organizzato dalle Pari Oppurtunità della CGIL aziendale del Fatebenefratelli, l’idea è nata dalla consapevolezza che la cultura può e deve fare da antidoto alla violenza. Lo spettacolo non ricalca lo schema classico dello “spettacolo di denuncia” ma insegue l’obiettivo di alimentare una presa di coscienza delle persone sul fatto che la questione femminile è un problema di tutti, non solo delle donne.
Le scene trattano temi forti come lo stupro, la violenza e l’indifferenza di chi assiste e decide di non intervenire. Il filo conduttore è questo: le persone possono cambiare superando la “astensione” dalla vita e alimentando dentro di sé il “piacere della contaminazione”.

tratto dalla sezione “Spettacoli & Cultura” de Il Messaggero

Archiviato in Articoli, Drammaturgia penitenziaria, Penitenziario, Promozione sociale, Sex offenders, Violenza di genere.